San Pellegrino Terme relax tra le bollicine

Quando arrivi a San Pellegrino Terme, a soli 26 chilometri da Bergamo, respiri un fascino nostalgico del recente passato. La Belle Époque rivive tra gli edifici e i palazzi in stile liberty che corrono su entrambi i lati del fiume Brembo che dà il nome alla valle.

Centro termale lo è diventato nel 1848, grazie alle acque ricche di magnesio e sali minerali che sgorgano naturalmente alla temperatura di 26 gradi, ma le terme erano già note fin dall’alto Medioevo e menzionate dal Maestro Leonardo da Vinci nella mappa tracciata, a fine 1400, durante un soggiorno in Val Brembana. Molto frequentato e di moda nel XX secolo si trasforma in elegante stazione termale. La cittadina si arricchisce con la costruzione del Casinò, dall’importante facciata che strizza l’occhio a quella del più fortunato Casinò di Montecarlo, del maestoso Grand Hotel, che ha avuto ahimè vitalità solo per 75 anni, e dello stabilimento per l’imbottigliamento dell’omonima acqua.

Oggi le Terme di San Pellegrino fanno parte del circuito QC Terme, realtà tutta italiana, che comprende strutture da sogno dove farsi coccolare: dalla Valle D’Aosta alla Val di Fassa, passando da Torino, Milano, Roma, spingendosi oltralpe a Chamonix e oltreoceano a NY, quest’ultima di prossima realizzazione. La riqualificazione delle terme bergamasche, inaugurate da QC Terme nel dicembre 2014, ha consentito una seconda giovinezza alla valle e, in un’ottica di sviluppo turistico dell’area, è prevista l’estensione all’utilizzo della struttura del Casinò, ampliando così, non solo la superficie, ma l’intera offerta di servizi e trattamenti per potersi immergere totalmente in un percorso culturale e di benessere.

San Pellegrino Terme accoglie con oltre 6mila metri quadrati chiunque voglia staccare completamente la spina e rigenerarsi fra vasche panoramiche, sensoriali e idromassaggio, cascate, docce vichy, biosaune, bagni a vapore e rilassarsi lasciando andare le tensioni nei salottini dedicati o nel giardino solarium. Per completare il rituale di benessere si possono abbinare trattamenti o massaggi corpo e viso, mentre, se un languorino allo stomaco dovesse farsi sentire si può godere di un variegato e delizioso light lunch.

Tra gli affreschi, scalinate, colonnati e soffitti di inizio Novecento, che si fondono piacevolmente con architetture più moderne ed installazioni di design, ci si può rilassare per un’intera giornata, oppure per un aperitivo, rigorosamente in accappatoio, o per un brindisi sotto le stelle con la cornice naturale delle splendide montagne. Una coccola da concedersi in coppia, in compagnia, magari per festeggiare un’occasione speciale come l’addio al nubilato, oppure da donare a chi vogliamo bene, o semplicemente a noi stessi…tanto un buon motivo lo si trova sempre.

Ps. Ogni stagione è un incanto, ma in inverno immergersi nella vasca esterna è realmente un’esperienza di puro piacere. Ci si abbandona a un gradevole massaggio di bollicine, mentre piccole nuvole di vapore si disperdono verso le montagne.

Nb. Cantanti nostrani hanno scelto questi luoghi per girare i propri video musicali. Lo ha fatto Elisa, all’interno del Grand Hotel, con il singolo “Fire in the Dark” nel febbraio 2017, e poi Fedez, nel settembre 2018, con il videoclip “Holding out for you”, girato all’interno del Casinò insieme alla cantante svedese Zara Larsson. Pare proprio che il fascino di questa valle continui a rivivere ed evolversi in nuove forme.

Articolo creato 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto