Aggiungi un uovo a tavola!

Tanti bimbi seduti intorno a un tavolo nella casa di montagna fra colori, pennelli e pennarelli, tutti concentrati nel dipingere uova sode. Questo è il ricordo di bambina che ho della sera che precedeva la Santa Pasqua. Tale usanza è legata alla tradizione cristiana, infatti, durante la quaresima si evitava il consumo di carne e uova e, così, quest’ultime venivano lessate per essere conservate meglio. Il dono di uova decorate con dediche e disegni, nel periodo pasquale, era già consuetudine nel Medioevo e ancora prima nell’antichità. Greci, cinesi e persiani se li scambiavano nelle feste primaverili, segno di buon auspico per il risveglio della natura, mentre gli egizi durante l’equinozio di Primavera. Per noi era semplicemente un gioco divertente, un momento di festa nell’attesa di scartare un ben più grande uovo tutto ricoperto di cioccolato.

È incredibile come siamo riusciti a trascinarci, perdendo qualche pezzo qua e là, rituali millenari trasformandoli e riadattandoli ad esigenze più contemporanee. Uova simbolo di vita, di rinascita, di fertilità, di speranza, di risurrezione, proprio come la Pasqua che vuol dire “passaggio”. Ma anche uova preziose da regalare come quelle di Fabergé, creazioni uniche per gli zar di Russia. Uova nascoste per gioco da scovare in una vivace caccia al tesoro, uova di marzapane o zucchero colorate, uova per la ricerca, uova scrigno per racchiudere sorprese e promesse speciali…come un anello di fidanzamento. Un simbolo dunque semplice e complesso, che racchiude cielo e terra e conserva l’anima del mondo, come la Fenice che depone l’uovo dal quale rinascerà.

Ps. Regalate e regalatevi un uovo per questa Pasqua, Auguri cari!

Nb. Ho mangiato talmente tanto cioccolato da bambina da esserne diventata intollerante

Articolo creato 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto